Cerca
Filters
Close

Wurmcheck

Trattamento vermifugo, sì o no? Solo una diagnosi stabilita con certezza può aiutare: per il bene e la protezione dell’animale
SKU: 7510
CHF 52.00

Negli uomini e negli animali in buona salute, il sistema immunitario dispone di mecca-nismi di difesa sufficienti per combattere parassiti ed i più diversi microorganismi.

Perciò una ‑ ora intestinale sana ed intatta è senza dubbio la protezione migliore contro i parassiti. Se così non fosse, sarebbero scomparsi da tempo tutti gli animali che vivono allo stato selvatico. Non vi è alcun dubbio che i vermi possano propagare malattie a uomini ed animali. Appare quindi evidente che si provi a proteggersene e a prevenire la loro comparsa.

I trattamenti vermifughi, tuttavia, non permettono di prevenire le infestazioni di vermi: hanno lo scopo di eliminare vermi e larve presenti nell’intestino. Per tale motivo bisogna riflet-tere bene prima di scegliere trattamenti vermifughi profilattici senza diagnosi. Al giorno d’oggi tali trattamenti sono normalmente consigliati ad intervalli di 3 mesi, a volte anche più spesso. Effettuare un trattamento terapeutico è necessario quando un’infestazione di vermi viene effettivamente diagnosticata nel cane. In ogni caso, è fondamentale identificare i parassiti prima di decidere un trattamento adatto.

Prima di qualsiasi trattamento vermifugo, si raccomanda dunque di far esaminare

un campione di feci in laboratorio.

Nel caso in cui sussista un’infestazione di parassiti, deve essere immediatamente trattata dal veterinario. Se la prova risultasse negativa, si può rinunciare con tranquillità all’uso di antiparassitari per il benessere dell’animale.

Può contare sul nostro aiuto per stabilire una diagnosi. Una volta ricevuti i contenitori, può effettuare i prelievi ed inviare di seguito i campioni al nostro laboratorio per farli analizzare. Riceverà poi presto il risultato dell’esame mediante posta elettronica; se lo desidera, una c

opia verrà inviata anche al Suo veterinario.

 

Descrizione del prodotto

wurmCHECK permette di analizzare la totalità degli escrementi mediante una prova DNA specifica che individua la presenza di vermi. Siccome le uova di vermi non vengono evacuate ogni giorno, è necessario effettuare un prelievo per tre giorni consecutivi per migliorare la sensibilità ed i risultati dell’analisi DNA. Il test permette di individuare tanto gli “elminti” quanto i “protozoi” presenti negli escrementi. In conformità alla norma ISO 16140, il test wurmCHECK viene effettuato ad Olten nel laboratorio certificato ISO della società microsTECH SA, mediante un rigoroso metodo standard interno (SOP).

wurmCHECK permette di individuare i seguenti parassiti:

nel cani, 9 parassiti:

-     Toxocara canis

-     Ancylostoma caninum

-     Trichuris vulpis

-     Echinococcus granulosus

-     Echinococcus multilocularis

-     Dipylidium caninum

-     Angio strongylus vasorum

-     Giardia spp. (G. canis; G. intestinalis)

-     Cytoisospora spp. (C. canis; C. ohiosensis; C. burrowsi; C. neorivolta)

nel gatti, 8 parassiti:

 

  • Toxocara cati

  • Ancylostoma tubaeformae

  • Trichuris vulpis

  • Echinococcus multilocularis

  • Taenia taeniaeformis

  • Aelurostrongylus abstrusus

  • Opisthorchis felineus

  • Giardia intestinalis

 

Negli uomini e negli animali in buona salute, il sistema immunitario dispone di mecca-nismi di difesa sufficienti per combattere parassiti ed i più diversi microorganismi.

Perciò una ‑ ora intestinale sana ed intatta è senza dubbio la protezione migliore contro i parassiti. Se così non fosse, sarebbero scomparsi da tempo tutti gli animali che vivono allo stato selvatico. Non vi è alcun dubbio che i vermi possano propagare malattie a uomini ed animali. Appare quindi evidente che si provi a proteggersene e a prevenire la loro comparsa.

I trattamenti vermifughi, tuttavia, non permettono di prevenire le infestazioni di vermi: hanno lo scopo di eliminare vermi e larve presenti nell’intestino. Per tale motivo bisogna riflet-tere bene prima di scegliere trattamenti vermifughi profilattici senza diagnosi. Al giorno d’oggi tali trattamenti sono normalmente consigliati ad intervalli di 3 mesi, a volte anche più spesso. Effettuare un trattamento terapeutico è necessario quando un’infestazione di vermi viene effettivamente diagnosticata nel cane. In ogni caso, è fondamentale identificare i parassiti prima di decidere un trattamento adatto.

Prima di qualsiasi trattamento vermifugo, si raccomanda dunque di far esaminare

un campione di feci in laboratorio.

Nel caso in cui sussista un’infestazione di parassiti, deve essere immediatamente trattata dal veterinario. Se la prova risultasse negativa, si può rinunciare con tranquillità all’uso di antiparassitari per il benessere dell’animale.

Può contare sul nostro aiuto per stabilire una diagnosi. Una volta ricevuti i contenitori, può effettuare i prelievi ed inviare di seguito i campioni al nostro laboratorio per farli analizzare. Riceverà poi presto il risultato dell’esame mediante posta elettronica; se lo desidera, una c

opia verrà inviata anche al Suo veterinario.

 

Descrizione del prodotto

wurmCHECK permette di analizzare la totalità degli escrementi mediante una prova DNA specifica che individua la presenza di vermi. Siccome le uova di vermi non vengono evacuate ogni giorno, è necessario effettuare un prelievo per tre giorni consecutivi per migliorare la sensibilità ed i risultati dell’analisi DNA. Il test permette di individuare tanto gli “elminti” quanto i “protozoi” presenti negli escrementi. In conformità alla norma ISO 16140, il test wurmCHECK viene effettuato ad Olten nel laboratorio certificato ISO della società microsTECH SA, mediante un rigoroso metodo standard interno (SOP).

wurmCHECK permette di individuare i seguenti parassiti:

nel cani, 9 parassiti:

-     Toxocara canis

-     Ancylostoma caninum

-     Trichuris vulpis

-     Echinococcus granulosus

-     Echinococcus multilocularis

-     Dipylidium caninum

-     Angio strongylus vasorum

-     Giardia spp. (G. canis; G. intestinalis)

-     Cytoisospora spp. (C. canis; C. ohiosensis; C. burrowsi; C. neorivolta)

nel gatti, 8 parassiti:

 

  • Toxocara cati

  • Ancylostoma tubaeformae

  • Trichuris vulpis

  • Echinococcus multilocularis

  • Taenia taeniaeformis

  • Aelurostrongylus abstrusus

  • Opisthorchis felineus

  • Giardia intestinalis